LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA - per gli alunni di prima e seconda media

Data:

lunedì, 28 settembre 2020

Argomenti
Laboratorio di scrittura creativa.png

LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA - per gli alunni di prima e seconda media

CHE COS’è IL LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA A DISTANZA ? 

L’idea di questo laboratorio nasce dall’esperienza della Didattica a distanza, che tutti gli studenti d’Italia e del mondo hanno vissuto nel periodo del lockdown. Sebbene siano emerse notevoli difficoltà in una didattica di questo tipo, sono emerse anche potenzialità degli strumenti digitali finora inesplorate, almeno nelle scuole del primo ciclo d’istruzione,  e l’esigenza di una didattica innovativa, davvero centrata sullo studente, sulla sua autonomia e responsabilità. 

L’idea del laboratorio nasce anche dell’esigenza lavorativa della docente, la prof.ssa Paschiero Cristina, che per motivi sanitari non può svolgere  attività con gli alunni in presenza.  

Ecco, dunque, il perchè di un laboratorio A DISTANZA. 

Le modalità di funzionamento del laboratorio saranno le stesse utilizzate durante il periodo di D.A.D: le lezioni si terranno in orario pomeridiano grazie all’uso della piattaforma Meet; materiali e attività verranno caricate sulla classe virtuale appositamente creata, di Classroom. 

 

CHE COS’è IL LABORATORIO DI SCRITTURA?

Ancora più importante è capire CHE COSA si farà nel corso del laboratorio. La risposta pare ovvia e scontata: in un laboratorio di scrittura creativa si scriverà, certo.  L’insegnante si ispirerà al metodo americano del Writing and Reading Workshop, che si sta diffondendo ormai da anni anche nel nostro Paese grazie alle attività del gruppo IWT (Italian Writing Teachers). 

Questo approccio parte dall’idea che la capacità di scrivere non è un talento innato, ma è qualcosa che si può imparare. Oggi gli studenti italiani sono in generale poco motivati a scrivere (escludendo social network e messaggistica su cellulare),e  anche a scuola il tempo da dedicare alla scrittura individuale non è molto, se intendiamo la stesura di un testo completo dall’ideazione alla versione definitiva.  Perchè? Perchè scrivere è un’attività faticosa, che richiede tempo, revisioni, modifiche, attenzione per le regole grammaticali, .. ; ma richiede anche la conoscenza di tecniche e strategie, che, una volta apprese, si ritrovano anche nei libri, perchè utilizzate dagli scrittori per “agganciare il lettore alla pagina”. 

Scrivere, insomma, può essere anche un’attività molto divertente e che dà grandi soddisfazioni, come tutte le cose che richiedono fatica ed impegno. Inoltre, le valenze educative che il processo di scrittura ha sulla persona sono ben note: scrivere aiuta a comprendere meglio se stessi, il mondo, invita a fermarsi a riflettere; scrivere non deve solo mirare alla realizzazione di un prodotto finito, ma è prima di tutto un processo, che non è identico per tutti e non è nemmeno sempre identico per la stessa persona. 

Nel laboratorio di scrittura a distanza  che parte in via sperimentale nella nostra scuola per la prima volta, ci concentreremo in particolare sul TESTO NARRATIVO.

 Perchè? Perchè è il tipo di testo che conosciamo tutti fin da piccolissimi, fin da quando ci vengono narrate ad alta voce le prime storie. Perchè le storie sono il primo genere testuale che l’umanità ha iniziato ad utilizzare, fino dagli antichissimi tempi in cui ancora non esisteva nemmeno la scrittura. Perchè le storie parlano di noi, ci permettono di costruire mondi altri in cui proiettare noi stessi e la nostra vita, le nostre esperienze. 

Gli studi psicologici partiti con J. Bruner sul pensiero narrativo dimostrano che saper narrare un fatto, anche di vita quotidiana, aiuta ad attribuire  significati e senso agli eventi così da orientarsi nel mondo concreto e sociale.

In particolare, il corso sarà così strutturato: ci sarà un primo momento di  “Minilesson” in cui verrà illustrata agli alunni attraverso alcuni esempi l’uso di una tecnica di scrittura o di una strategia; in secondo luogo si proporranno dei semplici esercizi di scrittura sulla tematica illustrata. Seguirà un momento di condivisione, anche con strumenti digitali, da parte degli alunni, di ciò che hanno prodotto. 


 PROGRAMMA DEL CORSO 

L’orario del laboratorio, ancora da confermare, è per ora fissato  nel VENERDì POMERIGGIO dalle ore 15 alle ore 16,30.  

Il corso inizierà nel mese di OTTOBRE e terminerà a META’ NOVEMBRE. 

Venerdì 9 ottobre alle ore 15 inizierà il laboratorio di scrittura; per quella data si chiede agli alunni partecipanti di munirsi di un quaderno di piccolo formato, meglio se con copertina rigida (taccuino). 

Il programma del corso sarà così  strutturato: 

 

VENERDì 9 OTTOBRE 

  1. Introduzione al corso e breve commento delle risposte degli studenti fornite nel questionario di iscrizione. 

  2. Le fasi della scrittura: la bussola dello scrittore

  3. Gli ingredienti fondamentali di una storia ; riflettiamo su che cosa deve avere per noi una storia “bella da leggere, da ascoltare o da guardare”

  4. Il primo punto della bussola: la raccolta delle IDEE - esercizio di scrittura


VENERDì 16 OTTOBRE

  1. Com’è fatta una storia : la struttura del testo narrativo

  2. La rottura dell’equilibrio: che cos’è e a cosa serve - esercizio di scrittura, condivisione con i compagni

  3. Prima di scrivere: la “dichiarazione di intenti” dello scrittore (destinatario, argomento , messaggio da lasciare al lettore)

  4. I personaggi di una storia: i ruoli principali

  5. Come nasce un personaggio : la “scheda del personaggio” ; esercizio di osservazione nel corso della settimana “A caccia di persone -personaggi” 

Attività da svolgere a casa : visualizzazione della lezione postata su Classroom “Come un grande scrittore lavorava per creare personaggi nei suoi romanzi”


VENERDì 23 OTTOBRE

 

  1.  Commento alla lezione da visualizzare a casa; commenti sugli esercizi di osservazione “ A caccia di persone-personaggi”

  2. La Carta d’identità del personaggio

  3. Il principio dell’iceberg - esercizio di scrittura / revisione del personaggio

  4. La descrizione del personaggio: “condire con dettagli”

  5. L’arco di trasformazione del personaggio


VENERDì 30 OTTOBRE

  1. Strutturiamo le idee raccolte fin qui: la scaletta della storia o lo storyboard

  2. La psicologia del personaggio e le sue ferite

  3. Mostra le emozioni! Tecnica “Show, don’t tell!” - esercizio di scrittura e condivisione con gli altri studenti

Compito a casa: realizzare una scaletta o uno storyboard della propria storia da inviare all’insegnante e una prima bozza di scrittura “a caldo” (la consegna verrà poi enunciata meglio a lezione)


VENERDì 6 NOVEMBRE

  1. Commento ai lavori degli studenti inviati nel corso della settimana

  2. Come iniziare una storia: l’incipit calamita; esempi ed esercizio di scrittura

  3. L’ordine degli eventi in una storia: non sempre la storia comincia dall’inizio! - Esercizio di scrittura e revisione sul proprio testo

  4. Il ritmo della storia: accellerazioni e rallentamenti

 

VENERDì 13 NOVEMBRE

  1. Sviluppiamo la Suspense : tecnica di scrittura ; esercizio di scrittura

  2. La revisione del testo: che cos’è e a cosa serve

  3. Il titolo: “the last but not least”

  4. Riflettiamo sul processo di scrittura: il process paper

Alla fine del laboratorio gli studenti  saranno invitati a produrre un testo narrativo completo, cercando di inserire tutti gli elementi che hanno incontrato nel laboratorio e prendendo spunto dai numerosi appunti e idee che avranno annotato nel corso delle lezioni. Lo invieranno all’insegnante, una volta revisionato in modo completo e attento, nelle settimane successive alla conclusione del laboratorio (possibilmente entro la fine del mese di novembre).  Se gli studenti lo vorranno, i lavori, rivisti dall’insegnante ed eventualmente revisionati ancora dagli alunni stessi, potranno essere condivisi con tutti i partecipanti al corso sulla piattaforma Classroom. 


A CHI E’ RIVOLTO IL LABORATORIO?

Il laboratorio è pensato per gli studenti di prima e seconda media di tutte le classi del nostro istituto, fino ad un numero massimo di 20 partecipanti. Questo perchè costruire una “comunità di scrittori” non è qualcosa di semplice da fare nemmeno con le lezioni in presenza; vista la natura del corso e del mezzo che si utilizzerà, si pensa che un numero eccessivo di partecipanti possa ridurre l’efficacia del corso stesso. 

 Dal momento che si tratta di un’attività a libera scelta dell’alunno, si chiede a tutti i partecipanti serietà e senso di responsabilità nel corso della lezione. Si veda anche più avanti  la “Netiquette” da tenere durante le videoconferenze in Meet. 

Gli insegnanti di Lettere potranno invitare gli alunni che ritengono più idonei ad attività di questo tipo a partecipare. 

 

COME CI SI ISCRIVE AL LABORATORIO?

Per iscriversi sarà necessario compilare il modulo al seguente link: https://forms.gle/D9DaV7Lgcx4RgA8F9 

 

COME CI SI COMPORTA DURANTE IL LABORATORIO?

Agli studenti partecipanti è richiesto l’assoluto rispetto di queste regole:

  1. Collegarsi alla videoconferenza con l’ACCOUNT ISTITUZIONALE (quello con il dominio nome.cognome.st@comprensivocuneoviasobrero.edu.it) . 

  2. Sistemarsi in un luogo della casa tranquillo, senza rumori di sottofondo.

  3. Usare preferibilmente gli auricolari e un dispositivo come pc o tablet per collegarsi (lo smartphone in poco tempo si surriscalda e quando l’insegnante mostrerà alcune attività da svolgere condividendo lo schermo, sul cellulare non si riesce a vedere bene come sullo schermo di un altro device più grande). 

  4. Tenere la fotocamera accesa, almeno all’inizio della lezione e quando lo studente prende la parola per esprimere la sua idea o la sua riflessione.

  5. Silenziare il microfono quando parla l’insegnante o un compagno.

  6. Utilizzare la chat per chiedere di prendere la parola.

  7. Intervenire con riflessioni e argomenti inerenti il tema di cui si sta parlando.

 

Il laboratorio non deve essere vissuto come un obbligo; pertanto si richiede ai partecipanti di tenere un comportamento adeguato. Tuttavia, se dovessero verificarsi comportamenti spiacevoli nei confronti dell'insegnante o dei compagni, la docente si riterrà libera di invitare l’alunno interessato a non partecipare più. 

Il prodotto finale non riceverà una valutazione in senso strettamente scolastico; tuttavia l’insegnante si riserva di comunicare ai docenti di Lettere degli alunni partecipanti alcune osservazioni sul percorso fatto e di condividere con essi gli esiti del laboratorio. 


 

Bibliografia di riferimento per i contenuti del laboratorio e materiali:

Scrittori si diventa, J.Poletti Ritz

Amano leggere, sanno scrivere,   E. Golinelli, S. Minuto

Manuale del giovane scrittore creativo, B. Pitzorno,

No Spoiler! La mappa segreta di tutte le storie, L.Patrignani, F. Trento

Come ho scritto un libro per caso,  A. Huizing

 

 

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi e analizzare il traffico.

Altri dettagli